mercoledì 11 luglio 2018

Neapolitan Volcanoes, il libro dedicato ai tre vulcani della Campania



Una guida per approfondire i principali temi legati all’evoluzione geologica, alla storia dei vulcani attivi napoletani e all’influenza che questi hanno sulle popolazioni locali sin dall’epoca preromana. “Neapolitan Volcanoes. A Trip Around Vesuvius, Campi Flegrei and Ischia”, di Stefano Carlino, ricercatore dell’Osservatorio Vesuviano – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (OV - INGV), edito dalla Springer è un testo, in lingua inglese, per appassionati di vulcanologia che affronta molteplici aspetti legati ai tre vulcani attivi della Campania,  il Vesuvio, i Campi Flegrei e l’Isola d’Ischia, spaziando dalla gestione del rischio in aree a elevata urbanizzazione a preziose indicazioni sui principali siti da visitare, per il loro interesse di carattere vulcanologico, storico e paesaggistico. 
Tema centrale di “Neapolitan Volcanoes”, la vulcanologia, con particolare riferimento, nella parte introduttiva, allo sviluppo di questa disciplina nell’ambito della scuola partenopea. 
Il libro si sviluppa in tre capitoli: “Volcanic Activity and Processes”, in cui si parte dalla descrizione del paesaggio della Campania e dei processi geodinamici che lo hanno generato, con particolare riferimento al distretto vulcanico partenopeo, per arrivare poi a esporre l’attività del Vesuvio, dei Campi Flegrei e dell’Isola d’Ischia; “Volcanoes and Human Settlements” dove viene descritto lo sviluppo degli insediamenti peri-vulcanici sin dall’epoca preromana, il rapporto delle popolazioni con i vulcani napoletani e la progressiva trasformazione del territorio iniziata dall’epoca moderna; “Volcanoes and Risk”, in cui si affronta il problema del rischio vulcanico nell’area napoletana, della sua gestione, della previsione delle eruzioni e della comunicazione tra comunità scientifica e popolazione esposta al rischio.
“Neapolitan Volcanoes” è corredato da diverse appendici che descrivono, con l’ausilio di immagini e mappe, i principali siti da visitare nel distretto vulcanico napoletano sia per il loro interesse vulcanologico che per il contenuto storico-archeologico. Gran parte delle immagini a corredo del testo sono state scattate da Alessandro Fedele (OV-INGV), utili a una migliore comprensione del paesaggio partenopeo.

Il libro verrà presentato a Napoli in occasione del congresso internazionale “Cities on Volcanoes (CoV 10) - Millenni di stratificazione tra Vita dell’Uomo e Vulcani: strategie per la coesistenza” -   che si terrà dal 2 al 7 settembre, per porre l’attenzione sulla resilienza intrinseca dell’uomo al rischio vulcanico, in una millenaria storia di convivenza con i vulcani.
I contenuti del libro sono consultabili al link: 
mentre chi è interessato al suo acquisto può collegarsi al seguente link: https://www.springer.com/book/9783319928760#otherversion=9783319928777 

Nessun commento:

Posta un commento